Il miglior ristorante d’Italia è di Niko Romito!

Set 27, 2018 | News from Food

Niko Romito, 43 anni, giovane cuoco autodidatta, conquista la vetta della Guida Ristoranti d’Italia 2018 del Gambero Rosso con il suo ristorante Reale a Castel di Sangro, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, gestito con la sorella Cristiana.
Nel 2014, lo chef abruzzese, ha ottenuto le Tre Stelle Michelin e ha scalato la World’s 50 Best Restaurants, dove si posiziona quest’anno, alla 43ma posizione.
“Il cuoco moderno è quello che sa meritare le Tre Stelle Michelin, e da oggi le
Tre Forchette del Gambero Rossoma sa anche portare qualità in una mensa ospedaliera, dimostrando che l’alta cucina si può fare per tanti, se non per tutti, e con un progetto sostenibile”
 Grazie al progetto  “Intelligenza nutrizionale”, Niko Romito ha rivoluzionato la distribuzione dei pasti  in due ospedali romani, il Cristo Re e Villa Betania, i pasti infatti, sono prodotti secondo il protocollo creato dallo chef abruzzese.
Il 2017 è stato un anno importante per il giovane Chef, che aggiunge:
“Sta arrivando da tutto il mondo gente che chiede la nostra formazione, con il progetto Bulgari stiamo portando la vera cucina italiana nelle grandi città del mondo; ultima apertura a Pechino. Tutto questo perché con i miei ragazzi riesco a fare grande ricerca, e dal mio ristorante parte un messaggio di innovazione che è compreso in tutto il mondo”.

Sono nove i nuovi ingressi al top della classifica della guida “Ristoranti d’Italia 2018 del Gambero Rosso”, ma la Novità dell’anno, secondo i gastronomi del Gambero Rosso, è “Signore te ne ringrazi“, di Michele Biagiola a Montecosaro.

Tanti i premi consegnati durante la cerimonia, tra questi il premio Ristoratore dell’anno va a Stefan Wieser de la Siriola dell’Hotel Ciasa Salares di San Cassiano, Luca Lacalamita dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze è il Pastry chef dell’anno, mentre Andrea Leali di Puegnano sul Garda è il Cuoco Emergente.

Sono stati consegnati anche dei premi speciali come: il premio “Terra e Ambiente” che va a Carlo Magno di Collebeato, Andreina di Loreto, Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi. La Magnolia dell’Hotel Byron di Forte dei Marmi è il “Ristorante con la migliore proposta di piatti di pasta”, mentre Capofaro Malvasia Resort di Salina propone il “Miglior pane in tavola”. Zur Rose di Appiano  è il “Ristorante che valorizza i grandi prodotti caseari Dop italiani”, mentre Votavota Marina di Ragusa viene premiato come “Ristorante con la migliore proposta di abbinamento cibo/birra”.

Laura Mantovano, curatrice della Guida, afferma che si riparte dalla tradizione, a trionfare infatti sono concretezza e immediatezza di sapori. Continua dicendo che:

“I nove nuovi ingressi danno più che mai l’idea della straordinaria vitalità della nostra cucina, che vede in prima linea non solo giovani talenti ma anche “grandi vecchi” capaci di regalare, grazie a fortunati o intelligenti ricambi generazionali, nuove emozioni”.

 

Non ci resta che congratularci con Niko Romito, per aver conquistato il posto di Miglior Ristorante Italiano. 🙂
Altre Notizie

Altre Notizie

Altre Ricette

Altre Ricette

Insalata di Latta

Insalata di Latta

Chi l’ha detto che l’insalata non può diventare un piatto che sorprenda la vostra famiglia e i gli ospiti? Quindi cercate una scatola di latta usata e iniziamo!

Bacchero

Bacchero

Secondo episodio dedicato alla Fabbrica della Pasta di Gragnano.
Oggi abbiamo un ospite d’eccezione per cucinare questi splendidi paccheri rigati made in Gragnano: Donatella Viscanti, executive chef del Ristorante Ambaradam di Tarquinia.

Fumetto Spago

Fumetto Spago

Lo spaghetto, grande classico della cucina italiana, lo abbiamo visto in ogni modo e ogni giorno nasce un nuovo condimento e versione. Oggi vogliamo solo divertirci a realizzare il tuo spaghetto.